La tecnologia di scansione facciale dell’FBI è probabile sia usata impropriamente per la scansione dei neri e delle minoranze

La tecnologia di scansione facciale dell’FBI è probabile sia usata impropriamente per la scansione dei neri e delle minoranze

Più di sei anni fa, l’FBI ha lanciato un singolo progetto: un algoritmo complesso che utilizza scansioni facciali, impronte digitali, impronte di palme e scansioni del iride per riconoscere un obiettivo. Durante il suo rilascio, i garanti della privacy hanno mostrato preoccupazione su quanto avrebbe destinato l’FBI nell’imponente tecnologia di riconoscimento facciale.

Attualmente, il Comitato United States House Committee on Oversight and Government Reforms ha scoperto che le preoccupazioni dei giuristi erano fondate. L’FBI utilizza questa tecnologia senza preoccuparsi delle leggi sulla privacy. Ogni cittadino negli Stati Uniti ha le proprie biometrie o immagini del volto salvate nel database del governo. Poiché la tecnologia del riconoscimento del viso è ancora di nuova concezione, si può fraintende ed in grado di produrre pregiudizi di razza e di genere risultati su flag femminili e di uomini afro-americani, ad un tasso maggiore rispetto ai maschi bianchi.

Fonte immagine: The Daily Mail – Il database, condiviso con altre agenzie federali e con circa 18.000 agenzie statali e locali in materia di polizia degli Stati Uniti, ha già caricato 7-8 milioni di persone.

L’avvocato della Fondazione Electronic Frontier Jennifer Lynch ha affermato che le agenzie governative possono utilizzare questa tecnologia senza il consenso pubblico.

Lynch ha spiegato come le agenzie di polizia e di governo possono prendere una fotografia del tuo viso per strada o in casa e scansionare immediatamente. Ha inoltre spiegato che le telecamere CCTV possono fornire alle agenzie un feed di scansione in tempo reale – vale a dire una volta sotto quelle telecamere il tuo volto sarà scandito senza il tuo consenso, completamente inconsapevole.

Lynch dice che questo metodo di scansione del viso, che necessita di ulteriori progressi, scandizza e contrassegna automaticamente le persone di colore; in pieno contrasto dei diritti costituzionali del popolo americano.

Un software di riconoscimento del volto utilizzato da Volvo.

L’Interstate Photo System dell’FBI e l’unità di servizi FACE esemplificano questi problemi“, sostiene Lynch. “Il test minimo condotto dall’Ufficio di presidenza ha mostrato che l’IPS era incapace di identificare accuratamente per almeno il 15% delle volte“.

Questa minaccia probabilmente implica sproporzionatamente le persone di colore. Il riconoscimento del volto riconosce gli afroamericani e le minoranze etniche, i giovani e le donne a tassi più elevati rispetto ai bianchi, alle persone anziane e agli uomini “.

Lynch sostiene che il sistema è programmato per riconoscere gli afroamericani, le minoranze etniche, i giovani e più le donne che i maschi bianchi a causa del pregiudizio che dura da anni, la polizia usa un database costruito con dati di criminali afro-americani e altre foto segnaletiche delle minoranze.

Con tutte queste informazioni a conoscenza del FBI, non sono riusciti ad essere trasparenti circa la loro tecnologia di riconoscimento facciale.

Fonte immagine: The Daily Mail – Gli stati partecipanti al progetto.

Senza alcuna responsabilità e protocolli impropri per l’utilizzo di questo sistema, la tecnologia di scansione del viso è aperta ad un uso improprio da parte dell’FBI e di altri servizi di intelligence.

Nel 2010, l’immigrazione e l’applicazione alle dogane hanno arruolato i funzionari locali di polizia per usare i lettori di targa per raccogliere informazioni sui clienti delle fiere. In Florida nel 2011, più di 100 ufficiali di polizia hanno avuto accesso a informazioni su conducenti di veicoli donne dopo averle fatte accostare, a Miami, per eccesso di velocità “, ha detto Lynch nella sua relazione.

FONTE: La tecnologia di scansione facciale dell’FBI è probabile sia usata impropriamente per la scansione dei neri e delle minoranze