La Russia tiene per le palle gli Stati Uniti in Siria

La Russia tiene per le palle gli Stati Uniti in Siria


Jonas E. Alexis

La Russia ha umiliato di nuovo gli Stati Uniti. Le forze americane sono in Siria solo profittare dei “beni economici“, hanno detto i funzionari russi. Non sono lì per combattere il terrorismo o per stabilire la pace nella regione. No, sono lì per creare problemi, hanno dichiarato funzionari russi. [1] E hanno le prove per dimostrarlo:

Il Ministero della Difesa si riferiva a un incidente avvenuto martedì nella provincia di Deir Ez-Zor, mentre un’unità di milizia siriana si stava muovendo contro unacellula dormiente “dello Stato islamico (IS, ex ISIS). L’operazione è stata provocata negli ultimi giorni da un’ondata di bombardamenti sulle posizioni delle forze governative siriane nella zona , attribuite alle attività segrete dei terroristi dell’IS, ha detto il ministero in una dichiarazione rilasciata giovedì.

Un’unità della milizia filogovernativa stava conducendo una missione di ricerca di ricognizione il 7 febbraio vicino all’ex impianto petrolifero di Al-Isba. Mentre erano lì, i miliziani caduti sotto un cannoneggiamento a sorpresa e un bombardamento MRLS, attaccati dagli elicotteri della “coalizione internazionale” guidata dagli Stati Uniti. [2]
Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha recentemente affermato:

“È molto probabile che gli americani abbiano intrapreso un percorso di divisione del paese. Hanno appena rinunciato alle assicurazioni, dateci, che il loro unico obiettivo della presenza in Siria – senza un invito del governo legittimo – era sconfiggere lo Stato islamico e i terroristi.

“Ora, stanno dicendo che manterranno la loro presenza fino a quando non si assicureranno che inizi un processo stabile con un accordo politico in Siria, che porti a un cambio di regime”. [3]

Quindi la visione prevalente secondo cui gli Stati Uniti sono in Siria per combattere le cellule terroristiche non è più politicamente attuabile. Le puttane politiche e le marionette sioniste come Nikki Haley potrebbero voler iniziare a cercare un nuovo lavoro. Lavrov ha continuato dicendo:

È molto probabile che gli americani abbiano intrapreso un percorso per dividere il paese. Hanno appena rinunciato alle loro assicurazioni, dateci, che l’unico obiettivo della loro presenza in Siria – senza un invito del governo legittimo – era sconfiggere lo Stato islamico (IS, ex ISIS) e i terroristi. ” [4]

I funzionari russi hanno anche chiarito che la presenza americana in Siria è completamente “illegale” e che “nessuno li ha invitati “. [5] Se nessuno li ha invitati, chi ha inviato loro il biglietto d’invito?

Lo indovini: lo stato di Israele. Ecco qualcosa che dovrebbe farti ridere. Nel 2013 Breitbart.com , l’ emittente sionista che non ha mai smesso di perpetuare la propaganda israeliana, si lamentava che i contribuenti statunitensi avevano bisogno di arrabbiarsi perché il governo USA stava spendendo troppi soldi per gli aiuti siriani.

La cosa interessante è che Breitbart.com non ha mai attaccato la vera causa del problema, in particolare, il regime israeliano sta spingendo l’America a un disastro dopo l’altro in Medio Oriente! Se pensate ancora che non sia così, allora prendiamo alcune cifre, che tra l’altro di tre anni fa:

“Il Dipartimento della Difesa ha speso più di $ 2,7 miliardi – circa $ 9 milioni al giorno – da quando gli Stati Uniti hanno iniziato le operazioni contro il cosiddetto Stato Islamico lo scorso agosto. In prospettiva, il DOD è in grado di spendere poco più di $ 14 milioni al giorno per combattere ISIS nel 2015. Questo è una piccolezza rispetto ai circa 187 milioni di dollari che il Dipartimento della Difesa spende ancora ogni giorno per la guerra in Iraq. “ [6]

Lo stato di Israele è colpevole. E ogni volta che quello stato diabolico cerca di fare una mossa politica in Medio Oriente, puoi star certo che di conseguenza arrivano inesorabilmente problemi . La Russia tiene gli Stati Uniti per le palle, ma la Russia deve sapere che gli Stati Uniti sono solo un burattino del regime israeliano. La Russia deve far andare avanti il dibattito politico lasciando fuori Israele.

http://sadefenza.blogspot.com/2018/02/la-russia-tiene-per-le-palle-gli-stati.html

[1] “True US goal in Syria is control over resources, not fighting ISIS – Russian MoD,” Russia Today, February 8, 2018.
[2] Ibid.
[3] Ibid.
[4] US eyes partitioning of Syria, gave up on promise that fighting ISIS ‘only goal’ – Lavrov,” Russia Today, February 7, 2018.
[5] Moscow slams ‘illegal’ US presence in Syria as Pentagon reserves right for ‘defensive’ attacks,” Russia Today, February 9, 2018.
[6] Edwin Rios, “Charts: Here’s How Much We’re Spending on the War Against ISIS,” Mother Jones, June 14, 2015.

FONTE: La Russia tiene per le palle gli Stati Uniti in Siria