10 tecnologie “futuristiche” che sono più vicine di quanto credi

Se 10 anni fa, quando sono stati proposti al pubblico i primi smartphone, qualcuno ci avesse detto che nel giro di soli 10 anni avremmo avuto in mano un dispositivo che consente di raccogliere documenti di lavoro, personali, fotografie, carte di credito, videocamera e quant’altro, e anche di controllare la nostra casa, non ci avremmo mai creduto. E invece, con l’avanzare della tecnologia, il futuro avanza e oggi facciamo normalmente cose che qualche anno fa avremmo considerato fantascientifiche: gli smartphone, però, non sono l’unica tecnologia in rapida espansione. Ci sono infatti tutta un’altra serie di tecnologie, che di solito immaginiamo vengano prodotte in “un futuro lontano”, a cui invece siamo molto vicini.

10. Le password biologiche

In realtà a questa cosa ci siamo già arrivati, perché la nostra impronta digitale è già utilizzata su diversi dispositivi come password. Tuttavia, la sicurezza dei propri dati e documenti è sempre più importante, di pari passo con l’aumentare di questi dati, e le aziende propongono tecnologie sempre nuove: tra qualche anno arriveremo ad avere dispositivi in grado di percepire le nostre onde cerebrali, uniche per ognuno di noi, e sbloccare i dispositivi. La password più sicura sarà il nostro cervello.

9. Le lenti a contatto in Realtà Aumentata

Immaginate i videogiochi in realtà aumentata (tipo Pokémon GO) che oggi vanno giocato con uno smartphone, se potessero essere giocati con delle lenti a contatto avendo così le nostre mani completamente libere. Il reale e il virtuale si fonderebbero completamente, rendendoci difficile capire che cosa è l’uno e che cosa è l’altro; tuttavia, le lenti a contatto AR sono già in fase avanzata di sperimentazione e prossime all’uscita sul mercato. Certo, seguirà un periodo di perfezionamento, ma la tecnologia c’è già.

8. La memorizzazione dei ricordi su supporti informatici

Wikimedia

L’interpretazione dei pensieri, e in particolare dei ricordi, sta facendo grandi passi avanti in questi ultimi anni, e non manca molto perché possiamo registrare i nostri ricordi su un computer. In realtà, li possiamo già memorizzare sotto forma di onde elettriche, che vengono salvate senza problemi; l’ostacolo più grande rimane quindi interpretarle, ma teoricamente si possono interpretare i segnali attualmente già salvati. Per cui, già oggi è possibile salvare i ricordi sui computer.

7. I droni postini

Forse è il caso di iniziare a salutare il vostro postino di fiducia, perché l’epoca dei droni che porteranno lettere e pacchi è molto, molto vicina. In realtà, è già possibile fare questa cosa: paradossalmente le società che hanno eserciti di droni pronti a portare le cose sono pronte, ma sono le leggi a non esserlo ancora: molti stati hanno infatti bloccato l’uso dei droni in questo senso perché non esiste ancora una normativa adeguata!

6. Il telefono nel portafogli

Abbiamo già visto come gli smartphone diventino più sottili ogni anno che passa, e questa tendenza non sta regredendo, anzi si sta imponendo sempre di più nel mondo tecnologico. Le aziende sono già allo studio di smartphone pieghevoli e di smartphone ultrasottili che potremo addirittura mettere nel portafoglio, come carte di credito: bisogna fare soltanto attenzione a non perderli!

5. Analisi del sangue da smartphone

Anche in questo caso, di dispositivi per misurare la glicemia o la pressione domestici ne esistono già diversi, ma in tutto il mondo i medici stanno cercando di sviluppare test rapidi per la diagnostica delle malattie. Tra qualche anno avremo in casa apparecchi che, data una goccia di sangue, ci fanno le analisi (almeno le più comuni) e inviano il risultato allo smartphone, per controllare da soli se ci sia qualcosa che non va nel nostro corpo.

4. La pelle artificiale

La pelle artificiale esiste praticamente già, viene creata in laboratorio e non è diversa da quella naturale, tranne per la sensibilità. Ha lo scopo di ricoprire le protesi, che già oggi si possono collegare direttamente al cervello: tra qualche anno, insomma, sarà impossibile capire se una persona abbia un arto naturale o artificiale, almeno dalla distanza, perché non saranno distinguibili.

3. L’Hyperloop

L’Hyperloop è un grande tubo completamente vuoto, senza aria, all’interno del quale passano delle capsule che viaggiano a velocità impressionanti. Questa tecnologia la abbiamo vista nei cartoni animati, ma in realtà non solo è vicinissima, ma il progetto del primo Hyperloop è già pronto: collegherà, tra due o tre anni, San Francisco a Los Angeles, e permetterà di passare da una città all’altra solamente in 30 minuti.

2. Le colonie lunari

Tutti sappiamo che è possibile raggiungere la luna, come abbiamo visto da più di quarant’anni. Ma gli astronauti in quei casi sono andati, hanno camminato un po’ e poi sono tornati indietro; invece, la NASA stima che nel 2020 ci saranno colonie di persone sulla luna. Questo non perché la luna sia così interessante, ma perché colonizzarla è il primo passo verso la colonizzazione di Marte, pianeta più adatto della Luna ad ospitare l’uomo (con modifiche opportune).

1. La vita in digitale

Questo obiettivo è un po’ più lontano rispetto agli altri, ma gli scienziati sono già all’opera per poterlo raggiungere; se la memorizzazione dei ricordi su un computer è un obiettivo a breve termine, ben presto i ricordi potranno muoversi come in un cervello reale, formando così una coscienza: questo significa che sarà possibile, per molte persone, vivere completamente in un mondo digitale e non più in quello reale, come abbiamo visto in qualche opera di fantascienza. Questo, però, diventerà reale e sarà possibile sperimentarlo di persona in modi che, oggi, non possiamo nemmeno immaginare. Se le conseguenze saranno positive o negative, poi, è tutto da vedere.

FONTE: 10 tecnologie “futuristiche” che sono più vicine di quanto credi